Sul l'artista

Alfred Manessier era un pittore francese non figurativo, artista di vetrate e designer di arazzi, che faceva parte della nuova scuola di Parigi. Manessier è nato a Saint-Ouen. Sia suo padre che suo zio hanno studiato all'Ecole des Beaux Arts di Abbeville. Suo padre tuttavia lo incoraggiò fortemente ad andare a Parigi per studiare architettura, perché era una professione che, secondo lui,... Read moreAlfred Manessier era un pittore francese non figurativo, artista di vetrate e designer di arazzi, che faceva parte della nuova scuola di Parigi. Manessier è nato a Saint-Ouen. Sia suo padre che suo zio hanno studiato all'Ecole des Beaux Arts di Abbeville. Suo padre tuttavia lo incoraggiò fortemente ad andare a Parigi per studiare architettura, perché era una professione che, secondo lui, avrebbe portato a una maggiore stabilità finanziaria rispetto a quella di pittore. Si era iscritto ad architettura nel 1929, ma decise di passare alle belle arti e di studiare all'Academie Ranson nel 1935. Tuttavia a Manessier non piaceva la scuola e trascorreva il suo tempo libero copiando dipinti di antichi maestri come Rembrandt van Rijn, Peter Paul Rubens, e Tintoretto al Louvre. Verso l'inizio della seconda guerra mondiale, i suoi dipinti tendevano più al cubismo e al surrealismo. Manessier fu scelto, insieme ad altri cinquanta pittori, per rappresentare l'avanguardia all'Esposizione Internazionale di Parigi del 1937 nei centri di trasporto dipingendo un murale. Dopo aver sposato la pittrice Therese Simmonet nel 1938 ed essersi arruolato nell'esercito per la seconda guerra mondiale, Manessier è stato scelto per esporre le sue opere nella mostra "20 Giovani pittori" nella Galleria Braun. Nel 1943, Manessier fece una visita di 3 giorni al monastero trappista di Orne. Era profondamente commosso dai monaci e dal loro modo di vivere, dal loro legame con la natura e dal loro essere spirituale. Li ha descritti come puri e li ha considerati intrinsecamente opposti agli uomini del 20 ° secolo. Il suo periodo di pittura astratta sarebbe iniziato poco dopo. Accanto alla pittura, Manessier inizia a lavorare e sperimentare altre discipline, che gli portano a realizzare costumi e scenografie per produzioni teatrali. Nel 1947 ha prodotto vetrate per una chiesa di Breseux e ha prodotto un arazzo per un monastero nel 1949. Queste altre discipline hanno interagito con i suoi dipinti e sono state praticate per tutta la sua carriera. Nel suo dopoguerra, Manessier ha creato opere liriche astratte e ha mostrato interesse per l'arte informale. Le sue opere incorporano significati religiosi attraverso i loro titoli, simboli e immagini astratte. Quando visitò il Canada nel 1967, i vasti paesaggi e la grande quantità di aree incolte che erano quasi incontaminate dalla cultura occidentale lo ispirarono e gli fecero sentire una connessione più profonda con la natura. È stato vittima di un incidente stradale a Loiret il 28 luglio 1993 ed è morto quattro giorni dopo all'ospedale Source di Orléans.

Opere d'arte

Filter Opere d'arte
  • Categoria
  • Prezzo
  • Stile
  • Colore
  • Dimensioni
  • Art dealer

2 opere d'arte in vendita da Alfred Manessier

Ordinato peraggiunto recentemente

Art dealer featuring this artist